Seleziona una pagina

Ponzio Pilates

sabato 28 dicembre 2019

BRONSON
Via Cella 50, Madonna dell’Albero (Ravenna)
Inizio ore 21.30

Ingresso gratuito entro le 23

Dopo l’apparizione allo storico Glastonbury Festival 2019 in UK, il formidabile psycho-combo di Igea Marina è pronto a tornare in tour e a stupirci con il loro geniale mix di low fi rock e ritmi ossessivi sulla scia di band seminali con Animal Collective e MGMT. I Ponzio Pilates sono un’orchestra di pirati carichi di esplosivo, avventurieri dell’elettrosamba e maestri incontestati del ballo disarticolato.

I Ponzio Pilates presentano il nuovo album. S’intitola “Sukate” ed esce per Brutture Moderne. Per la band più naïf della scena italiana è il primo full-length, e s’impone come uno dei lavori meno incasellabili dell’anno. Trascinato da brani come “Bagarre”, “Vongole”, “Figamalapena”, “Ciocobiscotto”, il nuovo album dei Ponzio Pilates danza nell’ebrezza di un baccanale senza perdere mai l’impulso ritmico primigenio.
Le atmosfere musicali di “Sukate” vanno dallo stridente e furioso al dolce e sinuoso, a volte senza soluzione di continuità, in un flusso serrato e forse frenetico tipico di questo mondo frettoloso e impazzito. Alcuni brani risalgono al loro primo periodo, altri frutto di nuove esperienze: tanti suoni sono stati identificati e scelti in differenti stati di coscienza nelle registrazioni autoprodotte, con l’aiuto di Andrea Lepri nell’editing e nel mixaggio. In modo particolare ha curato insieme a loro l’arrangiamento di Watashi che, insieme a Ciocobiscotto, rappresentano la parte del disco in cui si percepisce maggiormente l’amore dei Ponzio Pilates per i videogiochi, l’8bit e le avventure digitali.
«“Sukate” – spiega la band – è nato per caso, o forse spontaneamente, di certo come necessità di riascoltarsi in un momento di cambiamento più o meno inconscio. Abbiamo deciso di prenderci il nostro tempo in un posto fuori dal mondo, alle Case del Vento, in una villa perduta nella Romagna bucolica. A differenza del nostro primo EP Abiduga, volutamente lo-fi totalmente realizzato in home recording, questo nuovo disco è stato registrato e mixato con l’aiuto fondamentale di Andrea Lepri e Marco Parollo: Andy (Andrea), in particolare, si è occupato del mixaggio e dell’editing e ha contribuito all’arrangiamento del brano Watashi; Marco, invece, si è occupato della registrazione, che è stata fatta principalmente in presa diretta dentro la vecchia mangiatoia per le vacche della villa. Non c’è un genere in grado di definire tutto il disco Sukate; non c’è nemmeno una frase che può dare un’idea che sia condivisa in ogni brano. Ogni brano è indissolubilmente legato agli altri, ma ha totalmente un’identità e forse anche un “genere” diverso, se vogliamo parlare di generi. Quello che abbiamo fatto è riprodurre le nostre improvvisazioni furiose e istiganti alla danza ferina, ancora, ancora, e ancora, fino a che non si sono plasmate in una forma più definita e concreta».

Bronson Produzioni – Info: 333 2097141
www.bronsonproduzioni.com

 

 

 

 

 

 

 

 

 


ultime news


tutte le news