Seleziona una pagina

Con il sostegno di MIBAC, Regione Emilia-Romagna, Comune di Forlì, Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì

Area Sismica Estate 2020
dedicata a Pierantonio Pezzinga

Domenica 26 luglio – ore 21.30 – (c/o Arena Hesperia – Meldola) – ingresso gratuito
Axiome – Prima mondiale

Roberto Negro – pianoforte
Michele Rabbia – percussioni
Julien Desprez – chitarra elettrica
Julien Loutelier – batteria, effetti

Dopo tre anni di avventure artistiche con il trio DADADA e un primo album, intitolato “Saison 3”, prodotto dalla prestigiosa Blue Label nel 2017, Roberto Negro continua il suo progresso musicale in modi inaspettati con questo progetto estemporaneo dal titolo Axiome, che suonerà ad Area in prima mondiale. I posti saranno limitati e preassegnati, la loro prenotazione dovrà avvenire via email a info@areasismica.it. In occasione della conferma della prenotazione verranno fornite le indicazioni legate al contenimento del rischio biologico richiesto dalla normativa vigente. Il concerto si terrà all’Arena Hesperia di Meldola.

Prima mondiale di un quartetto di stelle del jazz contemporaneo, composto da Roberto Negro, Julien Desprez, Julien Loutelier e Michele Rabbia. Alla base di questo progetto c’è la musica vista come uno spettacolo teatrale, dove gli attori sono i musicisti che recitano suoni, cambiano volto ai loro strumenti come dei cambi d’abito e creano scenografie sonore che disegnano fondali. Il gesto musicale si sposa e dona vita a una performance unica e inclassificabile.

I membri della formazione sono tutti ci caratura internazionale, a cominciare da Michele Rabbia, ipercinetico ed eclettico percussionista capace di spaziare in diversi contesti musicali, dal jazz alla contemporanea, dall’improvvisazione all’elettronica. Infatti collabora tra gli altri con: Roscoe Mitchell, Paolo Fresu, Daniele Roccato, Jim Black, Ingar Zach, Matthew Shipp, Elio Martusciello, Andy Sheppard, Eivind Aarset, Andy Sheppard, Eivind Aarset, Gianluca Petrella, Giancarlo Schiaffini e tantissimi altri. Le sue collaborazioni si estendono nella danza con Virgilio Sieni, Teri Janette Weikel, Giorgio Rossi. Compone musiche per lo show ” Genova 01″ di Fausto Paravidino; per la letteratura con la scrittrice Dacia Maraini, Gabriele Frasca e Sara Ventroni; per il pittore Gabriele Amadori e l’architetto James Turrell.

Il pianista Roberto Negro è uno dei maggiori esponenti della nuova scena jazz francese. Sebbene sia nato a Torino nel 1981, la formazione musicale di Roberto è avvenuta prima a Kinshasa (ex Zaïre) dov’è cresciuto, poi in Francia, dove vive da oltre 20 anni, di cui gli ultimi 10 a Parigi. “Kings and Bastards” è il suo primo album per il prestigioso marchio CAM JAZZ ed il primo in piano solo. Membro fondamentale del gruppo Tricollectif, Roberto si nutre di incroci e incontri: teatro (Cie Les Veilleurs), cantanti (Élise Caron, Xavier Machault) in duo (Théo Ceccaldi, Émile Parisien). Ha avuto diversi riconoscimenti, come il premio “Sensational album of the year” al Victoires du Jazz nel 2018 per il suo trio Dadada ed è stato votato “Favourite Artist” dalla Charles Cros Academy nel 2017.
Anche a Julien Loutelier piace abbracciare tutti i generi e le estetiche con mente aperta. La musica contemporanea, il jazz, il rock, l’improvvisazione libera hanno profondamente colorato il suo modo di suonare la batteria. Si trova suo agio sia nella scena jazz europea (Emile Parisien Quartet) che nella musica electro & techno (Cabaret Contemporain, Sugar Sugar) o nell’improvvisazione libera (Onceim, Tournesol, Aum). Dal 2007 si confronta con altre forme d’arte, come la danza (COCO Julien Desprez) o le arti visive che pratica dal 2009 (Museo d’Arte Moderna di Parigi, Louvre, ecc.) o video (Jacques Perconte).

Anche Julien Desprez è musicista e performer con base a Parigi. Jazz e rock sono stati i suoi primi amori musicali ma si sono evoluti rapidamente verso forme libere in cui corpo e spazio trovano il loro posto attraverso il suono e con la chitarra usata più come una batteria, un organo, uno strumento modificabile a piacimento. Attraverso un mix di azioni sullo strumento e un gioco di pedali dalla chiara ispirazione Tap Dance, ha completamente aperto le possibilità, il suono e l’ambiente fisico dello strumento. Julien è co-fondatore della Collectif Coax, una cooperativa musicale con sede a Parigi e creata nel 2008, che è stata recentemente etichettata “Compagnie Nationale” dal Ministero della Cultura e della Comunicazione francese. Ha suonato con Charlie Haden, Mats Gustafson, Jeanne Added, Edward Perraud, Thomas Depourquery, Tortoise, Han Bennink, Rob Mazurek, Jeff Parker, Noël Ackchoté, Marc Ducret e tantissimi altri.

L’Arena Hesperia è in via Roma a Meldola

INFO
areasismica.it


ultime news


tutte le news