Seleziona una pagina

Librando
terza stagione
novembre 2015 – marzo 2016
Tribeca Lounge Cafè – Via Trieste 90 – Ravenna

sabato 5 dicembre – ore 17.30
Guido Ceroni
Nemmeno la tomba. Una storia rossa
(Edizioni Il Ponte Vecchio)

L’autore dialoga con Alessandro Luparini, storico, direttore della Biblioteca di Storia Contemporanea Fondazione Casa Oriani

IL LIBRO
“Nemmeno la tomba”, tra romanzo e memoria, racconta non la storia di qualcuno, ma la storia di tanti. Di coloro che attraversarono condizioni di povertà e sfruttamento e seppero uscirne con dignità, dando vita a una società nuova. Uomini e donne che, nelle basse campagne a nord di Ravenna, mescolarono orgoglio, intelligenza e passione politica. Un percorso che si snoda attraverso la guerra partigiana, con le speranze, le disillusioni, le difficoltà e i pericoli che abitarono quegli anni. La voce narrante a un certo punto si domanda, giunta ormai agli anni ottanta: «ma come abbiamo fatto, mi dico, a superare questo lungo incubo? Com’è stato possibile tutto questo? Com’è possibile cha a una terra che fu così selvaggia abbiano dato il premio del civismo? Com’è accaduto che dalla rabbia e dal sangue sia venuta fuori questa cosa?». Da questi interrogativi emerge alla fine un’amara riflessione: di quella fatica, di quei valori, dal segno lasciato da quegli uomini e quelle donne, rischia oggi, nella generale “perdita di memoria” e di certezze di oggi, di non rimanere nulla, “nemmeno la tomba”.

L’AUTORE
Guido Ceroni, classe 1952, si è occupato attivamente di politica, anche come amministratore comunale. Si interessa di storia ed è membro del consiglio direttivo dell’Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea della provincia di Ravenna. “Nemmeno la tomba. Una storia rossa” è il suo quarto romanzo; lo precedono “Elogi” (Danilo Montanari Editore, 2000), “Uno spirito libero” (Edizioni del Girasole, 2008) e “Sui muri di questa città” (Danilo Montanari Editore, 2013).

Copia di libro jpg

 

 

 

 

 

 

 

partigiani


ultime news


tutte le news